ITA | ENG
X

La Storia Recente

Politica

Camera del parlamento della Tanzania

Dal 1977 il paese è stato retto dal partito unico Chama cha Mapinduzi (CCM, Partito della Rivoluzione), movimento di ideologia socialista guidato dal "padre della patria" Julius Nyerere, che lasciò liberamente il potere nel 1985.
Nell'ottobre del 1995 terminò il regime di partito unico con le prime elezioni multi-partitiche. Il CCM vinse le elezioni e il 23 novembre 1995 insediò Benjamin Mkapa alla carica di presidente della Repubblica (che è anche capo del Governo); il presidente venne riconfermato nel 2000.
L'opposizione, divisa e instabile, non ha saputo proporsi come alternativa alle elezioni del 1995, del 2000 e del 2005.
Il 20 dicembre 2005 divenne presidente della repubblica Jakaya Mrisho Kikwete che nominò primo ministro Edward Ngoyayi Lowassa, poi dimessosi in seguito a scandali.
L'attuale presidente, John Magufuli, è entrato in carica il 5 novembre 2015, che ha scelto come primo ministro Majaliwa Kassim Majaliwa.
Guidano un parlamento molto stabile, in quanto il loro partito, il CCM, detiene la maggioranza dei seggi.

Struttura di Governo

La Repubblica Unita della Tanzania è uno stato unitario basato su un sistema di governo multipartitico. Nel 1992 il governo Tanzano ha riformato la Costituzione introducendo la possibilità di esistenza di partiti di opposizione
Tutte le questioni riguardanti la Repubblica sono esercitate dal Governo della Repubblica Unita della Tanzania e dal Governo Rivoluzionario di Zanzibar.
Il Governo ha potere decisionale su tutte le questioni unitarie riguardanti la Repubblica, così come ha potere su tutte le questioni non unitarie. Con questioni non unitarie si intende l'insieme di questioni che non sono incluse nella Lista delle Questioni Unitarie della Costituzione.
Il Governo Rivoluzionario di Zanzibar, allo stesso modo, ha autorità sulla Tanzania Insulare, ad esempio il territorio delle isole di Unguja e Pemba, per quanto riguarda tutto ciò che non riguarda Questioni Unitarie. Per queste questioni il Governo Rivoluzionario di Zanzibar possiede propri organi Legislativi ed Esecutivi conosciuti con il nome di Camera dei Rappresentanti ed una struttura giudiziaria, che va dalla Corte Primaria alla Corte Suprema di Zanzibar, come stabilito dalla Costituzione di Zanzibar del 1984.

L'Organo Esecutivo

L'Esecutivo è composto dal Presidente, dal Vice Presidente, dal Presidente di Zanzibar, dal Primo Ministro e dai Ministri di Gabinetto.
Il Presidente della Repubblica è Capo dello Stato, Capo del Governo e Comandante in Capo delle Forze Armate.
Il Presidente è il capo dell'Esecutivo della Repubblica Unita di Tanzania.

Il Vice Presidente, primo assistente del Presidente in tutte le questioni Unitarie, ha i seguenti compiti:

Il Primo Ministro della Repubblica Unita è il responsabile degli Affari Governativi nell'Assemblea Nazionale, controlla, supervisiona ed esegue funzioni giornaliere ed affair del Governo della Repubblica Unita ed ogni altro compito che il Presidente ritiene che debba essere svolto.
Il Presidente di Zanzibar è il capo dell'Esecutivo di Zanzibar, del Governo Rivoluzionario di Zanzibar ed è Referente del Consiglio Rivoluzionario di Zanzibar.
Il Consiglio dei Ministri, di cui fa parte il Primo Ministro, è nominato dal Presidente tra i membri dell'Assemblea Nazionale. Il Governo esegue le sue funzioni attraverso Ministri guidati dal Consiglio dei Ministri.
Dalla conquista dell'indipendenza, le elezioni in Tanzania sono state pacifiche. La Tanzania ha avuto, dal 1965 al 1990, un sistema di governo monopartitico; durante le prime elezioni, svoltesi nel 1962, il partito di maggioranza conquistò tutte le posizioni, facendo emergere de-facto un governo monopartitico, che venne regolamentato dalla Legge nel 1965.
Nel 1992, in seguito alla riforma costituzionale, ci fu l'Atto di Regolamentazione dei Partiti politici, che rendeva a norma di legge la formazione di nuovi partiti. Da quel momento sono sorti circa 18 partiti e nelle elezioni dal 1995 al 2005 si ha avuto un governo multipartitico.

L'Organo Legislativo

religione cristiana tanzania

Il Legislativo, o Parlamento della Repubblica Unita di Tanzania, si divide in due parti: il Presidente e l'Assemblea Generale. Il Presidente esercita l'Autorità seguendo i dettami della Costituzione, valutando i disegni di legge ed approvandoli prima che questi diventino effettivamente Leggi.
L'Assemblea Nazionale che di fatto è l'organo più importante del Legislativo della Repubblica Unita, ha l'autorità da parte del popoli di supervisionare e la responsabilità di tutti gli Organi della Repubblica Unita e dei loro compiti.
Il Parlamento è guidato da un Portavoce, assistito da un Aspirante Portavoce, e da un Commesso, come capo del Segretariato dell'Assemblea Nazionale. Questa ha anche varie Commissioni nelle quali si discutono le decisioni da prendere. L'Assemblea è costituita da due Camere, formate da membri eletti nella Tanzania Continentale e Insulare. Come scritto nella costituzione, le donne sono segnate come categoria speciale per far sì che cresca la rappresentanza femminile al Governo. Le Elezioni sono Stabilite dal Comitato Elettorale Nazionale, descritto nella Costituzione.

Religione

A livello religioso i cristiani (cattolici e protestanti quasi in pari numero) costituiscono il 40% della popolazione, seguiti dai musulmani (35%) e dai seguaci delle religioni tradizionali (ridotti al 25%).
A Zanzibar prevalgono invece nettamente i musulmani (99%), seguiti dai cristiani (1%).
Tuttavia un recente studio dello statunitense United States Bureau of Democracy, Human Rights, and Labor suggerisce che ormai il 62% della popolazione sia cristiana, con un 35% di musulmani e 3% di altre religioni.